La Torre di Londra: informazioni, cosa vedere e curiosità

Situata sulla sponda settentrionale del Tamigi, la Torre di Londra è uno dei castelli medievali più celebri e meglio conservati al mondo, oltre a essere uno dei quattro monumenti londinesi dichiarati dall’Unesco Patrimonio dell’Umanità.

Si tratta di un meraviglioso e vasto complesso di edifici di grandezza, forme e funzioni differenti costruiti nel corso dei secoli attorno alla White Tower, il primo edificio. Da sempre luogo di intrighi e cospirazioni, la Torre ha avuto nel corso del tempo funzioni di residenza reale, fortezza, palazzo della zecca, archivio di stato, armeria, menagerie e anche prigione. Ha cambiato molte volte la sua destinazione d’uso ma è rimasta sempre il simbolo della Londra antica e tradizionale. Visitare la Torre di Londra significa fare un viaggio nella storia del Regno Unito.

La parte più antica e sontuosa del complesso, la White Tower, fu innalzata in stile normanno nella seconda metà dell’XI secolo da Guglielmo il Conquistatore, dopo essere stato incoronato Re di Inghilterra. Nel corso dei secoli furono poi aggiunte torri, cappelle, abitazioni, celle e mura fino ad arrivare all’attuale impianto. Testimone della storia di Londra, la Torre fu teatro di scene di orrore, esecuzioni, vendette, prigionie e di pompose cerimonie di corte. In particolare, la struttura divenne celebre come prigione e luogo di esecuzione di molte personalità illustri. Tra i famosi prigionieri della torre ricordiamo: Enrico VI, Tommaso Moro, il poeta Geoffrey Chaucer, Anna Bolena, Lady Jane Grey ed Elisabetta I.

Nel 1485 venne istituito un corpo di guardie speciali, gli Yeomen Warders, noti come Beefeaters, a protezione del palazzo di Sua Maestà e dei Gioielli della Corona. Questi uomini, in passato esclusivamente guardie di sicurezza, oggi svolgono funzioni cerimoniali e fanno anche da guide turistiche. La Torre è sorvegliata anche da una comunità di corvi al centro di una storica leggenda, secondo la quale se i corvi volassero via dalla fortezza, la Corona cadrà e con essa anche l’intera Gran Bretagna. Per evitare che si allontanino troppo, il Ravenmaster, la guardia che si occupa di loro, taglia occasionalmente alcune penne di volo primarie e secondarie dei corvi. Tuttavia, in passato alcuni corvi sono andati via senza permesso e altri sono stati addirittura licenziati.

Per chi ama le tradizioni presso la Torre di Londra ogni sera alle 21:53 in punto si tiene la Cerimonia delle Chiavi, un rituale molto suggestivo che si svolge ormai da oltre 700 anni. La cerimonia praticamente consiste nella chiusura formale di tutte le porte del castello. Il rituale inoltre prevede anche frasi solenni di riconoscimento tra la sentinella e il capo delle Guardie Reali.

Si tratta di un’esperienza unica e straordinaria a cui assistere. Sebbene il monarca non risieda più nella Torre, i Gioielli della Corona e molti altri oggetti inestimabili lo sono ancora, quindi la sua importanza è ancora fondamentale. Un’altra esperienza da provare è senz’altro il camminamento sopra le mura fortificate che permette di scoprire altri luoghi del complesso.

COSA VEDERE

WHITE TOWER

Si tratta della parte più antica del complesso, il cui aspetto attuale è l’originale del 1078, quando doveva apparire davvero grandiosa al cospetto degli edifici che vi sorgevano attorno. È così chiamata perché fu fatta imbiancare da Enrico III nel 1240 per renderla più visibile e in contrasto con le mure della città. Ospita l’armeria con una straordinaria collezione di cannoni, fucili e armature, tra le quali spiccano le magnifiche armature reali di Enrico VIII, Carlo I e Giacomo II. Al suo interno si trova anche la suggestiva Cappella di San Giovanni Evangelista, risalente all’XI secolo.

GIOIELLI DELLA CORONA

Tra le principali attrazioni della Torre di Londra ci sono sicuramente i Gioielli della Corona custoditi nelle Waterloo Barracks. Si tratta di un’impressionante serie di oggetti dal valore inestimabile, molti dei quali ancora oggi utilizzati dai membri della famiglia reale durante le cerimonie. La collezione include diademi, anelli, collane, spille, corone e spade. Tra i pezzi più preziosi si segnalano: la famosa Imperial State Crown, dal valore di 27,5 milioni di sterline e tempestata di diamanti, zaffiri, smeraldi, rubini e perle; e la corona di platino dell’ultima regina madre, Elisabetta, sulla quale brilla il celebre diamante Koh-i-Nur da 105 carati.

BLOODY TOWER

Costruita nel 1220 per sorvegliare l’accesso al complesso, la “torre insanguinata” inizialmente si chiamava The Garden Tower e solo successivamente fu chiamata Bloody Tower in ricordo della morte del dodicenne Edoardo V e di suo fratello minore Riccardo avvenuta nel 1483 quasi sicuramente per mano dello zio Riccardo III, per impedire che rivendicassero il trono. Ospita una mostra dedicata all’avventuriero Sir Walter Raleigh, imprigionato qui per ben tre volte da Elisabetta I e dal suo successore Giacomo I.

CAHPEL ROYAL OF ST PETER AD VINCULA

Costruita nel 1520, la cappella è il luogo di sepoltura dei prigionieri giustiziati sul patibolo oppure nella vicina Tower Hill. Il nome della cappella vuole commemorare l’episodio dell’incarcerazione di San Pietro sotto il regno di Erode Agrippa I a Gerusalemme. Si tratta di un raro esempio di architettura sacra in stile Tudor. Vi sono sepolti santi e regine, tra le quali si segnalano la famosa Anna Bolena, Catherine Howard e Jane Grey

FUSILIER MUSEUM

Gestito dal Royal Regiment of Fusiliers, il museo illustra la storia del corpo dei fucilieri reali inglesi, istituito nel 1685. La collezione fu fondata nel 1962 e comprende uniformi, bandiere, fotografie, lettere personali e diari di guerra. Vi sono esposti anche modellini di varie battaglie e un video della durata di circa 10 minuti fornisce informazioni dettagliate sul reggimento com’è oggi. L’ingresso è a pagamento.

La Torre di Londra è una di quelle attrazioni da vedere assolutamente per poter dire di aver visitato veramente la capitale britannica!

Share your thoughts